Live: Greek Parliamentary debate on the ‘Agreekment’ with real time English interpretation   Leave a comment

Live now:

Annunci

Pubblicato 15 luglio 2015 da luigibetatrader in News

Taggato con , , , , , , , ,

Video Live su piazza Syntagma ad Atene. Proteste contro accordo con Euro Zona   Leave a comment

Live video:

 

Pubblicato 15 luglio 2015 da luigibetatrader in News

Taggato con , , , , , , , , ,

Come funziona l’Euro-Capitalismo   Leave a comment

I luoghi comuni che si sentono spesso in questi giorni: “abbiamo dato ai Greci svariati miliardi”; “i Greci non meritano gli aiuti poiché non hanno fatto le riforme”; “questo succede quando si truccano i conti per entrare nell’Eurozona”, ecc. Tutto molto semplicistico e spesso difforme dalla realtà. Cerchiamo di far luce sul funzionamento dell’Euro-Capitalismo o meglio dell’EuroFascismo.

Il debito pubblico della Grecia al 2010 era di circa 110 miliardi di euro. All’epoca i detentori di questo debito erano in prevalenza privati (soprattutto banche), quindi un default nel 2010 avrebbe provocato un collasso bancario. Ma questo fa parte del capitalismo “normale”: vuoi trarre profitto da elevati interessi generati da titoli rischiosi? Accomodati, ma rischi di perdere tutto. Oggi, dopo 5 anni di austerità imposta dalla Troika, il debito ellenico ammonta a circa 320 miliardi di euro (più del doppio) poiché ad incrementarlo, oltre agli interessi sul debito, sono stati gli “aiuti” degli ultimi anni.

I privati che detengono il debito ellenico si sono ridotti di oltre l’80% negli ultimi cinque anni secondo i grafici di questo articolo pubblicato su Bloomberg.

-1x-1

Ma poniamoci una domanda: se i privati si sono liberati dei titoli malati, chi sono stati i fessi ad averli acquistati? Guardando il secondo grafico nell’articolo sopracitato si scopre che i “fessi” sono i vari Governi la cui esposizione su titoli greci è lievitata considerevolmente.

-1x-1

Ma come è possibile? Vogliono far pagare il debito ai contribuenti Europei? Certo che sì! Ovviamente lo scambio non è avvenuto solo direttamente ma anche attraverso degli intermediari, attraverso delle “agenzie”. Come si evince da questo brief pubblicato sempre su Bloomberg, il 62% è detenuto dai Governi, il 10% è detenuto dal Fondo Monetario Internazionale (FMI), l’8% dalla BCE, il 3% dalla Banca Centrale Greca e il rimanente 17% dai privati. Si può facilmente dedurre che esiste una élite, una casta che trasferisce ai contribuenti i loro errori, le loro scommesse sbagliate. Il cosiddetto Piano di Salvataggio non è per il popolo greco come vi vogliono far credere i media, bensì a favore della suddetta élite a discapito dei contribuenti (i veri fessi della situazione).

Sfatiamo infine il luogo comune sui conti truccati. Ormai lo sanno anche i bambini che i bilanci di varie nazioni furono gonfiati per coprire il trasferimento dei titoli tossici della crisi del 2008 ai Governi da parte di una famosa banca di investimento (una delle “agenzie”). Ci sono svariati articoli a riguardo.

Ancora convinti che esiste la democrazia in Europa? Ancora siete dell’idea che un Referendum, arma più forte di un sistema democratico, possa contrastare lo strapotere della Finanza? Ancora convinti del “lo vuole l’Europa?” Esiste solo un capitalismo malato che schiaccia la volontà dei popoli, un fascismo travestito da capitalismo.

USDCAD Price Action – Pin Bar   Leave a comment

Lo USDCAD sta congestionando in un range che oscilla tra 1.28000 e 1.24000 dopo aver formato un nuovo massimo pluriennale. Nella sessione di martedì il prezzo ha respinto per la terza volta l’area di resistenza formando una Pin Bar. Secondo l’analisi della Price Action, una rottura al ribasso della candela potrebbe essere un’opportunità per un sell di breve periodo. Attenzione però ai dati USA di mercoledì pomeriggio, soprattutto alla Variazione Occupazione Non Agricola e all’indice ISM.

USDCAD Pin Bar

USD/CAD

AUDCAD Price Action – Pin Inside Bar   Leave a comment

L’AUDCAD sta congestionando in una specie di triangolo dopo aver raggiunto il massimo di 1.00828 a gennaio. La coppia ha formato ieri quella che in Price Action viene definita una Pin Inside Bar ovvero una Pin Bar racchiusa all’interno della candela precedente. Una rottura al rialzo della Pin potrebbe essere un’opportunità per un long di breve periodo. Attenzione però ai dati macro australiani che usciranno nelle prossime ore, soprattutto alla Variazione del Livello di Occupazione.

Forex AUD/CAD Price Action Pin Bar

AUD/CAD

Panoramica GBPUSD   1 comment

Lo GBPUSD sta ritracciando dopo una lunga discesa che si è arrestata il mese scorso a 1.49500. Al momento la coppia sta continuando al rialzo dopo aver rotto la Pin Bar toro formatasi nella sessione di ieri e potrebbe trovare resistenza a quota 1.5600. Al ribasso i supporti sono collocati ai livelli 1.54330 e 1.52700.

GBPUSD Overview

GBP/USD

Pubblicato 25 febbraio 2015 da luigibetatrader in Analisi

Taggato con , , , , , , , ,

Tsipras Vs. BCE. Duro colpo per la Grecia. Nuovo GREXIT?   Leave a comment

La Grecia di Tsipras ha preso un duro colpo ieri in tarda serata. La BCE ha chiarito che non è disposta né a mantenere aperti i rubinetti della liquidità né ad accettare la soluzione proposta dal nuovo governo greco di ricalibrare i termini del debito esistente. In altre parole la Banca Centrale Europea non presterà più soldi alla Grecia come prima. Non verranno accettati più i titoli di Atene in cambio di liquidità. Rimarrà solo lo strumento di emergenza chiamato ELA (Emergency Liquidity Assistance) fornito dalla BCE riservato alle banche che hanno gravi problemi. L’indice Euro è sceso con l’EURUSD a 1.1370 dopo aver respinto 1.1500 nella giornata di ieri. Stamane la borsa greca ha perso il 9% subito dopo l’apertura delle contrattazioni.

Pubblicato 5 febbraio 2015 da luigibetatrader in Economia, News

Taggato con , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: